Deprecated: Function get_magic_quotes_gpc() is deprecated in /home/customer/www/thevoiceland.net/public_html/wp-content/plugins/wpml-string-translation/inc/functions.php on line 25

Deprecated: Function create_function() is deprecated in /home/customer/www/thevoiceland.net/public_html/wp-content/plugins/wr-pagebuilder/core/core.php on line 127

Deprecated: The each() function is deprecated. This message will be suppressed on further calls in /home/customer/www/thevoiceland.net/public_html/wp-content/plugins/js_composer/include/classes/core/class-vc-mapper.php on line 111

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home/customer/www/thevoiceland.net/public_html/wp-content/plugins/wpml-string-translation/inc/functions.php:25) in /home/customer/www/thevoiceland.net/public_html/wp-includes/feed-rss2.php on line 8
WORLD VOICE – THE VOICELAND https://www.thevoiceland.net il portale della voce Thu, 13 Dec 2018 18:35:13 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.8 WASSOULOU: LE 5 VOCI AFRICANE DA CONOSCERE https://www.thevoiceland.net/wassoulou-le-5-voci-africane-da-conoscere/ https://www.thevoiceland.net/wassoulou-le-5-voci-africane-da-conoscere/#respond Thu, 13 Dec 2018 10:57:00 +0000 https://www.thevoiceland.net/?p=4080 Conoscete la musica Wassoulou, l’area culturale africana tra Guinea, Costa d’Avorio e Mali? La musica Wassoulou è tipicamente un genere al femminile cantato dalle donne di questa area dell’ Africa dell’Ovest. Spazia da tematiche che riguardano la gravidanza, la fertilità e la poligamia. L’espressività vocale è caratterizzata da decisione e da intenso trasporto emotivo. Durante …

L'articolo WASSOULOU: LE 5 VOCI AFRICANE DA CONOSCERE proviene da THE VOICELAND.

]]>

Conoscete la musica Wassoulou, l’area culturale africana tra Guinea, Costa d’Avorio e Mali?

La musica Wassoulou è tipicamente un genere al femminile cantato dalle donne di questa area dell’ Africa dell’Ovest. Spazia da tematiche che riguardano la gravidanza, la fertilità e la poligamia. L’espressività vocale è caratterizzata da decisione e da intenso trasporto emotivo. Durante il racconto vocale  si assiste spesso all’alternanza tra leader e coro in pattern call-and-response.

Gli strumenti tipici che accompagnano le voci sono il soku , il djembe, una sorta di arpa a sei corde detta kamalen n’goni e una a quattro corde detta bolon.

Vi proponiamo 5 ascolti per esplorare questa musica di 5 artiste africane assolutamente da conoscere.

Siete pronti?

1)Cominciamo con la celebre Oumou Sangarè, eccezionale artista tra le più importanti interpreti di questo genere anche soprannominata “the Songbird of Wassoulou”.

Vi proponiamo un brano tratto dal suo primo disco intitolato “Moussoulou” ovvero  “Donne”:

2) Da conoscere è poi una leggenda di questo genere cioè Coumba Sidibè forza vocale, nata a Koniko da una famiglia di cantanti e ballerini, che è riuscita a portare l’attenzione sulla musica Wassoulou sul panorama internazionale della world music:

3)  Tra le artiste da ricordare troviamo poi  Ramata Diakité che ha cantato con numerosi artisti di fama internazionale oltrepassando i confini dell’Africa:

4) Tra le regine del Wassoulou troviamo poi la voce potente di Sali Sidibe del sud del Mali, energia femminile ha dato un grandissimo contributo a questo genere africano:

5)Tra le artiste contemporanee di maggior spicco troviamo infine Fatoumata Diawara, cantante e compositrice  i cui brani  profondamente radicati nelle sue origini sono ricchi di vitalità e bellezza accompagnati spesso dal suono della sua chitarra:

Buon viaggio e buon ascolto da #thevoiceland!

L'articolo WASSOULOU: LE 5 VOCI AFRICANE DA CONOSCERE proviene da THE VOICELAND.

]]>
https://www.thevoiceland.net/wassoulou-le-5-voci-africane-da-conoscere/feed/ 0
VOCE E SOFFIO: IL CANTO PROVENIENTE DAL BURUNDI https://www.thevoiceland.net/voce-e-soffio/ Sun, 01 Oct 2017 19:55:52 +0000 https://www.thevoiceland.net/?p=3515 Un canto dove il soffio è tutto, dove il rumore è suono. Dal Burundi una particolare modalità di espressione vocale, l’uomo e la sua voce soffiata si muovono in modo sincronizzato con il pizzicato della cetra, costruendo con il solo fiato un’illusione melodica. La bellezza di questo canto, sta nel percepire la dinamica e l’equilibrio …

L'articolo VOCE E SOFFIO: IL CANTO PROVENIENTE DAL BURUNDI proviene da THE VOICELAND.

]]>

Un canto dove il soffio è tutto, dove il rumore è suono. Dal Burundi una particolare modalità di espressione vocale, l’uomo e la sua voce soffiata si muovono in modo sincronizzato con il pizzicato della cetra, costruendo con il solo fiato un’illusione melodica. La bellezza di questo canto, sta nel percepire la dinamica e l’equilibrio come elementi portanti degli intrecci melodici ed armonici. Eseguito solo da uomini, questo canto sussurato rievoca temi di carattere morale, umoristico ed epico. Eccovi un video estratto da un concerto del 2014 dell’artista Melchior Ntahonkiriye.
Buon ascolto.

L'articolo VOCE E SOFFIO: IL CANTO PROVENIENTE DAL BURUNDI proviene da THE VOICELAND.

]]>
MUSICA CARNATICA: VOCI DAL SUD DELL’INDIA https://www.thevoiceland.net/musica-carnatica-voci-dal-sud-dellindia/ Mon, 05 Jun 2017 14:54:07 +0000 https://www.thevoiceland.net/?p=2231 Di grande fascino è la musica classica dell’India meridionale chiamata carnatica (Karnàtak). E’ un genere in cui l’improvvisazione gioca un ruolo di primo piano e il repertorio consiste anche in numerose composizioni che risentono della grande spiritualità tipica del popolo indiano, con testi di carattere essenzialmente devozionale quali i kriti o kirtana. Basata sui principi …

L'articolo MUSICA CARNATICA: VOCI DAL SUD DELL’INDIA proviene da THE VOICELAND.

]]>

Di grande fascino è la musica classica dell’India meridionale chiamata carnatica (Karnàtak).
E’ un genere in cui l’improvvisazione gioca un ruolo di primo piano e il repertorio consiste anche in numerose composizioni che risentono della grande spiritualità tipica del popolo indiano, con testi di carattere essenzialmente devozionale quali i kriti o kirtana.
Basata sui principi dei raga e tala, enfatizza soprattutto la voce, a differenza della musica classica indostana tipica del Nord dell’India.
Anche quando gli strumenti sono suonati da soli emerge una fine ricerca di  imitazione della voce cantata. Lo strumentista infatti si muove all’interno del range vocale con abbellimenti tipici del canto. Nel video si può ascoltare la voce incantevole di una delle più grandi esponenti mondiali della musica carnatica: Sudha Ragunathan.

Buon viaggio.

Fonte bibliografica:
https://www.britannica.com/art/Karnatak-music

L'articolo MUSICA CARNATICA: VOCI DAL SUD DELL’INDIA proviene da THE VOICELAND.

]]>
SEAN NOS UNO STILE IN LINGUA GAELICA https://www.thevoiceland.net/sean-nos-uno-stile-in-lingua-gaelica/ Tue, 30 May 2017 21:40:50 +0000 https://www.thevoiceland.net/?p=2187 Il SEAN NOS  è un canto in lingua gaelica proveniente dall’Irlanda. Si tratta di uno stile escluvisamente vocale a cappella piuttosto difficile nell’esecuzione e impegnativo all’ascolto. Chiunque ascolti per la prima volta il SEAN NOS questo stile potrà notare come le melodie si presentino curate e differenziate tra loro, grazie a suggestivi abbellimenti e variazioni. …

L'articolo SEAN NOS UNO STILE IN LINGUA GAELICA proviene da THE VOICELAND.

]]>

Il SEAN NOS  è un canto in lingua gaelica proveniente dall’Irlanda.

Si tratta di uno stile escluvisamente vocale a cappella piuttosto difficile nell’esecuzione e impegnativo all’ascolto.

Chiunque ascolti per la prima volta il SEAN NOS questo stile potrà notare come le melodie si presentino curate e differenziate tra loro, grazie a suggestivi abbellimenti e variazioni.
Gli stili si differenziano uno dall’altro a seconda dell’origine geografica:
Area del Connacht (Irlanda dell’Ovest) caratterizzato da molti abbellimenti e molto difficile nell’esecuzione.
Area del Munster (Irlanda del Sud) meno decorato negli abbellimenti.
Area Ulster (Irlanda del Nord) abbellimenti molto semplici.

 Vi sono due tipi di abbellimenti principali:
* (a) Melismatico: consiste in un gruppo di note ausiliarie che decorano o sostituiscono una nota principale della melodia.
* (b) D’Intervallo: consiste nella possibilità di sostituire un intervallo con un altro, a volte, con aggiunta di note di passaggio come riempimento.

Vi sono 3 tipi di variazioni principali:
* (a)    Variazione Melismatica
* (b)    Variazione D’Intervallo
* (c)    Variazione Ritmica

All’interno di questo canto abbellimenti e variazioni assumono un’importanza immensa. L’esecutore è libero di scegliere quale abbellimento apportare alla melodia di un brano. Egli, ad esempio, cambiando gli abbellimenti nelle strofe, a seconda delle sue capacità, dà vita ad un’esecuzione ogni volta unica, personalizzata e di grande effetto.
Un’altra caratteristica presente nell’esecuzione e degna di essere menzionata è  il prolungamento delle note in alcuni punti della canzone. L’interpretazione di un brano è sempre autenticamente sentita: mescolando la sua anima musicale a quella poetica, il cantante adatta la musica al testo e fa risaltare le parole che reputa più significative.

Comune a quasi tutti i cantanti di questo stile è l’uso di una tecnica stilistica chiamata “Glottal Stop”.
L’uso del Glottal Stop è piuttosto comune in quelle regioni nelle quali il canto Sean Nos sopravvive tuttora; è presente, anche, in alcune ballate anglo-irlandesi, specialmente quelle provenienti dalla Contea di Cork.
La tecnica consiste nell’interrompere improvvisamente il flusso d’aria in fase di esecuzione e, di conseguenza, nel terminare bruscamente una nota che risulta così enfatizzata.
L’effetto di questa interruzione è l’enfatizzare la nota appena cantata o quella che la segue, la durata della pausa decide in quale nota cade l’attenzione: a) se la pausa è lunga, l’attenzione cade alla nota precedente il Glottal Stop (durante questo tipo di esecuzione è consentito respirare); b) se la pausa è corta, l’attenzione cade alla nota seguente il Glottal Stop (durante questo tipo di esecuzione, non è consentito respirare).
La mancanza di strumenti di supporto, presenta, per un cantante solista, una difficoltà particolare: egli si trova costretto a mantenere, con la sua sola voce, la continuità tra musica e testo: un compito davvero arduo che richiede preparazione, astuzia e impegno.
Qui di seguito potete trovare due link relativi all’argomento

WEBLINK

L'articolo SEAN NOS UNO STILE IN LINGUA GAELICA proviene da THE VOICELAND.

]]>
LE MONDINE E IL LORO CANTO https://www.thevoiceland.net/le-mondine-e-il-loro-canto/ Tue, 07 Mar 2017 22:49:23 +0000 https://www.thevoiceland.net/?p=2063 8 Marzo, un giorno in cui si festeggia la donna e la sua libertà. Oggi dedico a voi donne queste parole ricordando le mondine e i loro canti. Le mondine erano le donne che lavoravano nelle risaie che avevano il compito di pulire il riso e strappare il giaveno, un’ erba molto dura. Le ore di lavoro …

L'articolo LE MONDINE E IL LORO CANTO proviene da THE VOICELAND.

]]>

8 Marzo, un giorno in cui si festeggia la donna e la sua libertà. Oggi dedico a voi donne queste parole ricordando le mondine e i loro canti.

Le mondine erano le donne che lavoravano nelle risaie che avevano il compito di pulire il riso e strappare il giaveno, un’ erba molto dura. Le ore di lavoro erano molte, dall’alba al tramonto e i momenti di dialogo erano intervallati da numerosi canti ove i racconti variavano da testi  che narravano le fatiche del lavoro e della vita quotidiana, a semplici canti in cui si parlava di momenti felici, oppure si descrivevano personaggi storici dell’epoca.

La trasmissione di questi canti avveniva per via orale, dalle donne lavoratrici più anziane alle più giovani, proprio nei momenti della “monda” oppure nei piccoli momenti di svago che tendenzialmente erano a fine giornata. Oggi ,quando passo con la mia auto nelle terre del vercellese dirigendomi verso casa dei miei genitori, immagino sempre le figure di queste donne intente a lavorare, e di come abbiano fatto a sopportare tante fatiche e umiliazioni. Sottopagate, costrette a lavorare in condizioni pessime e a sottostare al volere dei sorveglianti o ai caposquadra per guadagnare una paga misera. Riflettendo devo ammettere che forse invece di festeggiare dovremmo ricercare valori come il rispetto per il lavoro, la libertà e la tutela dell’essere umano.

Vi vorrei segnalare per gli appassionati di canto popolare questo libro scritto da Placida Staro dal titolo

Lasciateci passare siamo le donne. Il canto delle mondine di Bentivoglio

Vi riporto qui di seguito l’abstract per comprendere la bellezza di questo libro:
“I repertori di canto delle mondine rappresentano superficialmente, nell’immaginario collettivo, la lontana memoria di una originale tradizione musicale. Sono invece specchio di una realtà culturale e sociale nemmeno tanto lontana se il gruppo delle mondine dì Bentivoglio, in provincia di Bologna, vanta ancora il proprio diritto di continuare a trasmettere, lontano dagli stereotipi del revival di maniera, non solo il canto, ma la complessità di una cultura che, seppur faticosamente, vuole sopravvivere e tramandarsi. Il libro e il Cd audio curati da Placida Staro riportano, attraverso la registrazione di una serata dal vivo, il tentativo di riflettere sulle modalità stilistiche e comunicative del canto corale a distesa della pianura bolognese. Un canto che le stesse protagoniste definiscono urlato per sottolinearne le implicazioni di antagonismo sociale e politico che l’hanno, fra l’altro, reso protagonista delle stagioni del canto politico del periodo 1960-1980.”

L'articolo LE MONDINE E IL LORO CANTO proviene da THE VOICELAND.

]]>
TANGO CANCIÓN: QUANDO L’ESTRIBILLO RACCONTA UN POPOLO https://www.thevoiceland.net/tango-cancion/ Wed, 22 Feb 2017 12:44:11 +0000 https://www.thevoiceland.net/?p=1899 Tango canción è uno stile lirico-musicale che corrisponde sia ritmicamente che melodicamente al più conosciuto tango espressione prettamente legata al ballo. L’evoluzione ha portato quindi ad inserire la voce nella tradizione e trasformare il tango stesso in una sorta di canzone-tango il cui cantante comunque viene considerato alla pari dei musicisti. Il compito principale del …

L'articolo TANGO CANCIÓN: QUANDO L’ESTRIBILLO RACCONTA UN POPOLO proviene da THE VOICELAND.

]]>

Tango canción è uno stile lirico-musicale che corrisponde sia ritmicamente che melodicamente al più conosciuto tango espressione prettamente legata al ballo. L’evoluzione ha portato quindi ad inserire la voce nella tradizione e trasformare il tango stesso in una sorta di canzone-tango il cui cantante comunque viene considerato alla pari dei musicisti. Il compito principale del cantante è di contribuire con la sua voce a colorare il ritornello detto “estribillo”. Si ritiene che la prima tango-cancìon fu “mi noche triste” scritta da Samuel Castriota e Pascual Contursi e cantata ed incisa per la prima volta nel 1917 da Carlos Gardel. Carlos Gardel viene considerato il maggior esponente di questo stile a tal punto che L’unesco nel 2003 lo considera patrimonio culturale dell’Umanità.

APPROFONDIMENTI

L'articolo TANGO CANCIÓN: QUANDO L’ESTRIBILLO RACCONTA UN POPOLO proviene da THE VOICELAND.

]]>
PANSORI: IL BLUES DELLA COREA https://www.thevoiceland.net/pansori-il-blues-della-corea/ https://www.thevoiceland.net/pansori-il-blues-della-corea/#respond Wed, 01 Feb 2017 14:33:22 +0000 https://www.thevoiceland.net/?p=1623 Di notevole fascino è il pansori, uno stile musicale coreano dal sapore narrativo che si caratterizza per essere eseguito da una sorikkun, una cantante e un gosu, un percussionista che suona il buk, un particolare tamburo. Il pansori è una forma artistica espressiva che narra delle sofferenze e delle lotte tipiche dell’essere umano ed è …

L'articolo PANSORI: IL BLUES DELLA COREA proviene da THE VOICELAND.

]]>

Di notevole fascino è il pansori, uno stile musicale coreano dal sapore narrativo che si caratterizza per essere eseguito da una sorikkun, una cantante e un gosu, un percussionista che suona il buk, un particolare tamburo.
Il pansori è una forma artistica espressiva che narra delle sofferenze e delle lotte tipiche dell’essere umano ed è per questo che è stato paragonato al blues americano.
Si può dire che il pansori affondi le sue origini nelle muga, le canzoni dello sciamenesimo coreano ed è stato molto influenzato da una forma di intrattenimento chiamata pannorum.
Nacque nel diciassettesimo secolo, durante la dinastia Joseon (1392-1897) e si è poi sviluppato nella sua forma più matura solo un secolo dopo in cui un grande contributo è stato dato da Shin Jae-Hy.
Egli sistematizzò questa tradizione orale e la teorizzò occupandosi anche di istruire le prime cantanti importanti di questa tradizione. Fu dichiarato Proprietà Culturale Nazionale Intangibile nel 1964 e il 7 novembre 2003 venne dichiarato Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità. Molto interessanti per chi volesse approfondire sono i Madang, dodici storie cantate del periodo Joseon di cui oggi ne soppravvivono cinque. Nei due video che vi proponiamo troverete una insegnante di pansori e una performance molto suggestiva.
Buon viaggio


L'articolo PANSORI: IL BLUES DELLA COREA proviene da THE VOICELAND.

]]>
https://www.thevoiceland.net/pansori-il-blues-della-corea/feed/ 0
HIMENE TARAVA https://www.thevoiceland.net/himene-tarava/ https://www.thevoiceland.net/himene-tarava/#respond Sun, 29 Jan 2017 17:35:37 +0000 https://www.thevoiceland.net/?p=1616 Himene tarava è uno stile tradizionale musicale di Tahiti, la più grande isola nel gruppo delle Isole del Vento della Polinesia Francese. E’ cantato a cappella da cori polifonici e caratterizzato da una forte componente ritmica. La parola “tarava” significa “essere sparsi”,” essere riuniti”. Questa forma di canto è comune della Polinesia Francese e delle …

L'articolo HIMENE TARAVA proviene da THE VOICELAND.

]]>

Himene tarava è uno stile tradizionale musicale di Tahiti, la più grande isola nel gruppo delle Isole del Vento della Polinesia Francese. E’ cantato a cappella da cori polifonici e caratterizzato da una forte componente ritmica. La parola “tarava” significa “essere sparsi”,” essere riuniti”. Questa forma di canto è comune della Polinesia Francese e delle isole Cook, e si distingue per cadere all’unisono al termine delle frasi. Tipicamemte si possono anche notare costanti “grunting” di staccato, sillabe senza senso che sono cantate da parte degli uomini.

Questo stile di Tahiti è emerso sulla scena della world music dal 1992, con l’uscita di registrazioni di ” The Tahitian Choir “, registrati dal musicologo francese Pascal Nabet-Meyer.

Buon viaggio.

L'articolo HIMENE TARAVA proviene da THE VOICELAND.

]]>
https://www.thevoiceland.net/himene-tarava/feed/ 0
SHOMYO: LA VOCE DEL BUDDHA https://www.thevoiceland.net/shomyo-la-voce-del-buddha/ https://www.thevoiceland.net/shomyo-la-voce-del-buddha/#respond Tue, 24 Jan 2017 10:00:03 +0000 https://www.thevoiceland.net/?p=1553 Di grande fascino e introspezione è Shomyo che viene così elegantemente descritto da Kūkai (空海, 774-835), fondatore della scuola buddhista giapponese Shingon : « Quando tutte le cose che hanno una voce in questo mondo la fanno risuonare insieme, mantenendo ciascuna le sue caratteristiche pur fondendosi in un unico suono, esso è quanto vi sia …

L'articolo SHOMYO: LA VOCE DEL BUDDHA proviene da THE VOICELAND.

]]>

Di grande fascino e introspezione è Shomyo che viene così elegantemente descritto da Kūkai (空海, 774-835), fondatore della scuola buddhista giapponese Shingon : « Quando tutte le cose che hanno una voce in questo mondo la fanno risuonare insieme, mantenendo ciascuna le sue caratteristiche pur fondendosi in un unico suono, esso è quanto vi sia più vicino alla voce del Buddha »
(cit. da Toshiro Kido. Cfr. Philippe Cornu. Dizionario del Buddhismo. Milano, Bruno Mondadori, 2003, pagg. 519-20)

Il Buddhismo fu introdotto ufficialmente in Giappone nel VI secolo. Una delle prime forme di musica buddhista giapponese è proprio Shomyo, che deriva da un adattamento cinese di canti vedici indiani che si pensa siano stati elaborati nell’VIII secolo dai monaci di ritorno in Giappone dalla Cina.
Shomyo è l’insieme di un coro e di strumenti ritmici come il mokugyo (木魚) una specie di tamburo a fessura dalla caratteristica forma stilizzata di pesce, che si fondono generando questa forma musicale rituale dal fascino multiculturale.
Si fondono infatti tradizioni diverse come i testi in sanscrito dell’India, campane e gong dalla Cina, e le percussioni di legno dal Giappone. Sono stati anche successivamente introdotti anche testi in cinese e giapponese.
Buon ascolto!

L'articolo SHOMYO: LA VOCE DEL BUDDHA proviene da THE VOICELAND.

]]>
https://www.thevoiceland.net/shomyo-la-voce-del-buddha/feed/ 0
I WAGOGO: LA TANZANIA E IL CERCHIO CORALE https://www.thevoiceland.net/wagogo/ https://www.thevoiceland.net/wagogo/#respond Tue, 03 Jan 2017 17:23:59 +0000 https://www.thevoiceland.net/?p=1493 I Wagogo sono un gruppo etnico e linguistico che vive nel cuore della Tanzania. La musica dei Wagogo, che ha attirato l’interesse di etnomusicologi occidentali e compositori, si caratterizza per la sua  originalità, complessità e raffinatezza, e per l’uso di polifonie vocali oltre ad un ampio repertorio strumentale. La danza è un pilastro fondamentale della …

L'articolo I WAGOGO: LA TANZANIA E IL CERCHIO CORALE proviene da THE VOICELAND.

]]>

I Wagogo sono un gruppo etnico e linguistico che vive nel cuore della Tanzania. La musica dei Wagogo, che ha attirato l’interesse di etnomusicologi occidentali e compositori, si caratterizza per la sua  originalità, complessità e raffinatezza, e per l’uso di polifonie vocali oltre ad un ampio repertorio strumentale. La danza è un pilastro fondamentale della loro musica.
Ogni interpretazione musicale coinvolge infatti il corpo che è elemento attivo e fluido durante l’esecuzione vocale.

Tra gli strumenti tipicamente usati nelle composizioni troviamo l’izeze (un violino bicorde) e  l’ilimba (un lamellofono) oltre a vari tipi di sonagli.  I tamburi vengono percossi mentre i Wagogo accompagnano i canti e le danze rituali in occasione del rito della fertilità, dei matrimoni e dei funerali.

L'articolo I WAGOGO: LA TANZANIA E IL CERCHIO CORALE proviene da THE VOICELAND.

]]>
https://www.thevoiceland.net/wagogo/feed/ 0