Home / PRIMAPAGINA / UNA LARINGE NEL CERVELLO: NOVITÀ SULL’ HOMUNCULUS

UNA LARINGE NEL CERVELLO: NOVITÀ SULL’ HOMUNCULUS

Sapevate che nel nostro cervello a livello della corteccia motoria tutto il nostro corpo viene rappresentato e mappato dando vita a quello che è stato definito l’ homunculus motorio?

Queste conoscenze sono ampiamente basate sugli studi neurochirurgici di stimolazione elettrica del cervello umano fatte da Penfield negli anni ’30 e ’40 (Penfield and Rasmussen 1950; Penfield and Roberts 1959).

Il risultato è questo. In modo sorprendente l’ homunculus è ben diverso da come siamo realmente, con zone che sono maggiormente mappate di altre come la bocca e le mani ,come potete notare voi stessi in questa rappresentazione 3D.

Studi di neuroimaging durante le ultime tre decadi ci hanno fornito una dettagliata descrizione dell’organizzazione della corteccia motoria primaria, che si trova nel giro precentrale a livello del lobo frontale.

Nei lavori di Penfield e Rasmussen sul controllo del linguaggio, viene descritta l’organizzazione corticale dorsoventrale, cioè dall’altro verso il basso,  delle labbra, della mascella, della lingua, e della faringe rispettivamente.

Tuttavia, essi dichiaravano di essere stati incapaci di localizzare un’area motoria specifica per vocalizzare, mostrando questa funzione sovrapporsi alle aree per l’articolazione: “ sebbene la vocalizzazione debba avvenire una risposta isolata alla stimolazione, e conseguentemente dovremmo aspettarci avere una posizione sequenziale costante in relazione a labbra e lingua, siamo forzati a concludere che la sua rappresentazione si sovrapponga a quella dei movimenti delle labbra, della mascella, e della lingua”” (Penfield and Rasmussen 1950, p. 91).

Gli studi di Penfield sulla vocalizzazione non hanno mai stabilito un legame con la funzione laringea.

Così l’ homunculus, sin dalla sua creazione, mancava di una specifica regione per il controllo delle corde vocali in relazione alla muscolatura della laringe.

Nello studio del gruppo di Steven Brown(2008) è stata usata la risonanza magnetica funzionale, fMRI,  per esaminare la funzione laringea sia in assenza che in presenza di vocalizzazione, focalizzandosi sulla muscolatura della laringe.

Gli autori hanno così dimostrato e identificato per la prima volta un’area specifica della laringe nella corteccia motoria umana.

Un’analisi della letteratura suggerisce  anche che questa area sia un punto cruciale di convergenza tra percezione e produzione dell’elaborazione audiovocale.

Questi risultati come suggeriscono gli autori, potrebbero avere forti implicazioni per i disturbi motori del linguaggio, come la disfonia nei pazienti con Parkinson (Liotti et al. 2003), la disartria spastica (Kent 2000), la disfonia spasmodica (Grillone and Chan 2006), la sindrome dell’opercolo anteriore (Bakar et al. 1998, anche nota come sindrome di Foix–Chavany–Marie) e l’ aprosodia (Ross 1981).
È noto che questa regione sia iperattiva anche nei balbuzienti durante compiti in cui è richiesto di vocalizzare (Brown et al. 2005).

Fonte:

Steven Brown, Elton Ngan, Mario Liotti; A Larynx Area in the Human Motor Cortex. Cereb Cortex2008; 18 (4): 837-845. doi: 10.1093/cercor/bhm131

About Vanessa Candela

Check Also

VOCE ARTISTICA: SCOPRI COME ESPORRE LE TUE IDEE

Sei un insegnante di canto? Sei un ricercatore nell’ambito della voce? Ti occupi di voce? …

Translate »